Chiudi il banner
Questo sito utilizza esclusivamente cookie analytics e tecnici.

Ai sensi del provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante della Protezione dei Dati Personali per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti (art. 13 del Codice privacy).

Per maggiori informazioni consulta l'informativa estesa

Ravenna ed il suo patrimonio storico-artistico

Di seguito i monumenti e le visite da non perdere durante il tuo soggiorno a Ravenna.

Nei primi anni Sessanta, la vita della Riviera Romagnola inizia ad essere più attiva, grazie al turismo e ai villeggianti.
Nascono stabilimenti balneari, vengono costruite villette sul mare, alberghi ed anche la famosa diga. Questa diga comprende una strada lunga 3 Km che si estende in mezzo al mare.

Ottima per fare passeggiate, jogging, ma anche amata dai pescatori con lenza e bilancini.
Il paesaggio circostante le fa da cornice: il blu del bellissimo mare per poi arrivare al verde della fantastica pineta circostante.
Di notte lo spettacolo diventa vera e propria magia; si possono fare romantiche passeggiate sotto le stelle e sotto pleniluni favolosi.

Ravenna, inoltre, possiede il più ricco patrimonio di mosaici dell’umanità, tanto che è stato riconosciuto dall’Unesco come patrimonio Mondiale.

L’affascinante Basilica di San Vitale, racchiude al suo interno tutti i tesori e la storia dell’epoca bizantina. La costruzione della Basilica è iniziata intorno al 530, dopo la morte di Teodorico ed è stata completata dal successore, l’arcivescovo Massimiano, nel 547.

Un altro capolavoro tra i monumenti ravennati è il Mausoleo di Galla Placidia: un mix di architettura romana, con quella bizantina. Al suo interno, si può ammirare la cupola, dominata dalla croce, a sua volta immersa in una volta stellata su sfondo blu.  

Un'altra opera da visitare a Ravenna è la Basilica di Sant’Apollinare in Classe: è stata consacrata nel 549 ed dall’arcivescovo Massimiano ed è stata dedicata a Sant’aApollinare, nonché primo vescovo di Ravenna.

Il Mausoleo di Teodorico è un altro spettacolo da poter ammirare a Ravenna; è stato costruito intorno al 520 da Teodorico Il Grande, come sua futura tomba.

Per ultimo, ma non per importanza, ricordiamo la Tomba di Dante, costruita presso la basilica di San Francesco.  
Intorno al monumento funebre è stata istituita una zona di di silenzio chiamata "Zona dantesca".

Per il tuo soggiorno a Ravenna scegli l’Exclusive Hotel La Reunion. Possiamo organizzare le tue visite guidate per i monumenti della città e farti scoprire tutta l’affascinante storia di Ravanna.

Clicca qua per visitare la nostra pagina Facebook e rimanere sempre aggiornato.

-Exclusive Hotel La Reunion-